Ottocento anni dall’arrivo di Francesco d’Assisi a Terni

La rifondazione della diocesi di Terni e la predicazione di san Francesco in città a 800 anni è il il titolo convegno promosso dalla diocesi e dall’Istess per celebrare l’ottavo centenario della venuta di san Francesco a Terni.
La manifestazione, che vede la presenza di illustri storici e studiosi di francescanesimo, sarà inaugurata venerdì 9 novembre alle ore 15 alla presenza del vescovo con una prima sessione di lavori che riguarderà la vicenda medioevale della città di Terni e la predicazione francescana e i suoi risvolti sociali e giuridici.
Sabato 10 novembre si proseguirà dalle ore 9.30 con l’illustrazione delle antiche diocesi dell’Umbria tra storia e agiografia, Francesco e i francescani a Terni e la presenza dei vari ordini francescani nel territorio. Il convegno si chiuderà con l’apertura della XIV edizione di Popoli e Religioni – Terni Film Festival, con due eventi storico-artistici che raccontano il passaggio del Giullare di Dio nella città di San Valentino.

Il convegno vuole celebrare anche la ricostituzione della diocesi di Terni, che è origine tardo antica, con tutta probabilità fondata nel sec. IV, ma che nel 598 papa Gregorio Magno, a causa della scarsità di abitanti e di sacerdoti nella zona, accorpò a quella di Narni prima, e di Spoleto in un secondo momento.
Per diversi secoli Terni restò priva di un vescovo e di una “propria” Chiesa. E’ solo oltre sei secoli dopo che, all’indomani di alcuni tentativi effettuati da papa Innocenzo III, che Onorio III ripristinò, nel 1218 la diocesi di Terni, nominando il vescovo Raineiro, che reggerà la cattedra fino al 1255. Il ripristino della sede di Terni ridefinì la geopolitica ecclesiastica dell’Umbria meridionale, in chiave antinarnese, ma soprattutto antispoletina. E, sullo scacchiere internazionale, a fini antighibellini. La creazione della diocesi finì col rinforzare le strutture anche comunali di Terni.

Venerdì 9 novembre
Museo Diocesano, ore 15
Introduzione
Giuseppe Piemontese, vescovo di Terni Narni Amelia
Leonardo Latini, Sindaco di Terni
presiede Edoardo D’Angelo, Università di Napoli
Ortensio Zecchino, Link University Roma: Federico II e il Papato
Paolo Pellegrini, Archivio Storico Thyssen Krupp Terni: Gli Ebrei a Terni nel Medioevo
Elisabetta David, Archivio di Stato Terni: La predicazione francescana in Terni tra Quattro e Cinquecento, e i suoi risvolti sociali e giuridici
Alceo Grazioli, Pontificia Università Antonianum:  Presenza del Terzo Ordine Regolare di san Francesco nella diocesi di Terni Narni Amelia
Massimiliano Bassetti, Università di Verona: Scrittura e scritture dell’Umbria meridionale nel Medioevo
Miro Virili, Centro Studi Storici Terni: Architettura della Terni medievale

Sabato 10 novembre

Museo Diocesano, ore 9.30
presiede: Massimiliano Bassetti, Università di Verona
Giancarlo Romani, Cattedrale di Terni: I canonici della cattedrale di Terni
Rita Lizzi, Università di Perugia: Terni fra Tardoantico e altomedioevo
Eugenio SusiLe antiche diocesi dell’Umbria tra storia e agiografia
Pietro Messa, Pontificia Università Antonianum: Francesco e i Francescani a Terni
Emilio Lucci, Archivio Diocesano Amelia: La diocesi di Narni nel Medioevo
 Edoardo D’Angelo, Università di Napoli SOB: L’Aquila e la Fera: Terni, l’Umbria, Federico II
Felice Autieri, Pontificia Facoltà Teologica Italia Meridionale, Daniele Giglio, Provincia Serafica Frati Minori Cappuccini dell’Umbria,  Maurizio Verde, Provincia Serafica Frati Minori dell’Umbria: La presenza dei frati Minori Conventuali, Cappuccini e Osservanti nella diocesi di Terni Narni Amelia

Sagrato della chiesa di San Cristoforo, ore 16,30
Sulle orme di Francesco a Terni, itinerari tra storia, musica e spiritualità
Visita guidata sui luoghi visitati da Francesco d’Assisi nella città di Terni con performance artistiche a cura di Stefano de Majo

Santuario di San Francesco, ore 21
Francesco, il giullare di Dio
azione musicale tratta dalle Fonti Francescane
scritta da Arnaldo Casali, composta e diretta da Fabrizio de Rossi Re con Andrea Giuliano, Zoe Zolferino e Pavel Zelinskiy

Scarica il programma in pdf